RAGU’ DI PICCIONE

ragùdiPiccione

La carne di piccione si presenta piuttosto magra, per cui, piuttosto che rischiare di seccarla facendola arrosto, mi permetto di consigliarvene l’uso per la preparazione di un buon ragù, quale condimento di pappardelle o pici senesi o anche altri tipi di pasta.  La ricetta che vado a presentarvi mi è stata fornita da una cara amica toscana, precisamente della zona senese-grossetana, presso la quale ho avuto modo di gustare delle prelibate pappardelle condite col ragù di piccione da lei cucinate. Io l’ ho realizzata secondo le seguenti indicazioni.

Ingredienti:

1 piccioncino di gr. 550-600

olio extravergine di oliva

1 ramettino di rosmarino

qualche foglia di salvia

2 spicchi di aglio

1 gambo di sedano

1/2 cipolla rossa

1/2 carota

sale e pepe q.b.

cl. 12 di cognac (1 bicchierino e 1/2)

gr. 400 di polpa di pomodoro a pezzetti (1 scatola)

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

1 pizzico di peperoncino in polvere

acqua tiepida q.b.

Esecuzione:

* Innanzitutto pulite il piccione, togliendo le interiora e mettendo da parte cuore, fegato e magone (quest’ultimo ovviamente da pulire) che utilizzerete dopo; quindi tagliatelo a pezzi

* Versate un po’ di olio extravergine di oliva in una padella antiaderente, poi fatevi rosolare, con il rosmarino, la salvia ed 1 spicchio di aglio, il piccioncino, precedentemente tagliato a pezzi, insieme a fegato, cuore e magone. Quindi versatevi su cl. 4 (1/2 bicchierino circa) di cognac e proseguite la cottura per una ventina di minuti, comunque fino a che le carni risulteranno morbide. Lasciate raffreddare per un po’ di minuti

* Ora disossate il piccione, eliminando con attenzione tutte le ossa e ossicini, e ponete su un piatto le carni insieme al cuore, ai fegatini e al magone. Servendovi del robot-funzione tritatutto tritate le carni, mi raccomando, senza ridurle in poltiglia!

* In un tegame versate un po’ di olio extravergine di oliva e fate imbiondire la cipolla, il sedano, la carota e 1 spicchio di aglio dopo averli tritati con un coltello affilato o la mezzaluna; quindi aggiungete il piccione precedentemente spezzettato/tritato. Salate e pepate, spruzzatevi cl. 8 (1 bicchierino circa) di cognac e fate evaporare.

* Proseguite la cottura aggiungendo poi la polpa di pomodoro ed un cucchiaino di concentrato di pomodoro e rimescolando

* Interponendo una retina spargifiamma, proseguite la cottura a fuoco bassissimo per circa 40 minuti. Eventualmente aggiungete un tantino di acqua tiepida, se vedete che il sugo s’asciuga troppo. Aggiungete infine un pizzico di peperoncino

* Ecco, il vostro ragù di piccione è pronto per condire meravigliose e prelibate pappardelle o, a vostro gusto, altri tipi di pasta. Ricordate che la pasta dovrà essere saltata in padella direttamente nel sugo, in modo da amalgamarsi bene con lo stesso.  Bon appétit!

Vino consigliato: Chianti classico.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.