TORTA SBRISOLONA

sbrisolona-2

Questa torta , appartenente alla città di Mantova e diffusa nell’area della Bassa Padana, viene preparata secondo la tipica ricetta mantovana popolare, ed è detta in modi leggermente diversi: sbrisolosa, sbrisolina, sbrisulona, sbrisolada…, ma tutti questi nomi stanno ad indicare una sua peculiare caratteristica: al taglio si sbriciola, se è ben riuscita, cosicchè si suggerisce di spezzarla con le mani e non di tagliarla. Questa sua particolarità deriva dall’impasto poco amalgamato dei suoi ingredienti ed è visibile dalla superficie rugosa con la quale, una volta cotta, si presenta agli occhi e al palato. Si tratta di una torta molto buona, ma piuttosto calorica, dati gli ingredienti che la compongono.      Ecco la ricetta:

Ingredienti:

250 gr. di farina bianca

150 gr. di farina gialla fine

200 gr. di zucchero

100 gr. di burro

100 gr. di strutto (a pezzetti)

2oo gr. di mandorle sgusciate e pelate

2 tuorli d’uovo

1 bustina di vanillina

scorza grattugiata di 1 limone

1 pizzico di sale fino

zucchero a velo o semolato (a piacere)

Esecuzione:

° Dopo avere scottato in acqua bollente le mandorle, sgusciatele, pelatele e tritatele finemente, lasciandone indietro qualcuna, che triterete più grossolanamente per poi guarnire la superficie.

° Sulla spianatoia, versata la farina bianca e quella gialla, mescolatele ed unite un pizzico di sale, le mandorle tritate, lo zucchero, la vanillina, i due tuorli e la scorza grattugiata di limone. Dopo averlo lievemente ammorbidito (non sciolto!), aggiungete il burro e lo strutto, incorporandoli agli ingredienti sopraelencati. Lavorando il composto, senza impastare troppo, cercate di non amalgamare gli ingredienti in modo omogeneo, affinchè l’impasto si presenti a piccoli grumi, che andranno versati “a pioggia”  in una tortiera a bordi bassi uniformemente imburrata. Disponete sulla superficie le mandorle spezzettate che avete lasciato da parte.

° Prima d’infornare, con delicatezza scuotete un attimo la tortiera affinchè l’impasto si distribuisca bene sul fondo, quindi introducetela in forno già caldo a 175°/180°, a metà altezza, altrimenti la torta potrebbe bruciarsi. Cuocete per 1 ora circa, senza aprire il forno, controllando dall’esterno la cottura; quando la superficie si presenterà di un bel colore dorato, non rossiccio, toglietela dal forno e, se volete, quando sarà tiepida, cospargetela di zucchero a velo o semolato.

° Potete servirla tagliandola,… ma anche spezzandola con le mani… infatti dev’essere una vera “sbrisolona”!

° Gustatela con un buon bicchiere di vino bianco dolce!

° Consigliati: vin santo, porto, passito di pantelleria, marsala, … ma anche un buon moscato dolce può adattarsi alla torta descritta.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.