RISOTTO AL RADICCHIO ROSSO

risotto rad-rosso 2

L’ennesimo ricetta di risotto che compare nel nostro blog…e tante altre ne arriveranno, visto che il risotto consente un’infinità di accostamenti, anche quelli più arditi.

Questo risotto totalmente vegetariano, dal sapore leggermente amarognolo, piacerà sicuramente a chi ama il radicchio rosso, che sia di Chioggia o di Verona. Consiglio una di queste due varietà in luogo del blasonato radicchio trevigiano perchè sono più dolci. Ovviamente potete utilizzare anche quest’ultimo, tenendo presente che il gusto amarognolo è molto più marcato.

Come sempre vi raccomando l’uso della fida pentola a pressione, grande amica in cucina, ma se preferite potete seguire il sistema tradizionale.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr. di riso per risotti (carnaroli, vialone nano o arborio)

1 radicchio di Chioggia o di Verona del peso di circa 300 gr.

1 cipolla dorata di medie dimensioni

1 peperoncino fresco

3 dadi per brodo vegetale

1/2 bicchiere di vino bianco secco

olio extravergine

parmigiano grattugiato (abbondante)

Esecuzione:

– Pulite e lavate il radicchio e affettatelo a strisce non più larghe di un centimetro

– Sbucciate la cipolla e affettatela finemente (o tritatela grossolanamente)

– Preparatevi il solito bricco di acqua calda (circa  3 decilitri)

– Versate un po’ di olio sul fondo della pentola a pressione e versatevi la cipolla affettata ed il peperoncino

– Fate soffriggere sul gas a fuoco  medio per qualche minuto

– Quando la cipolla sarà totalmente appassita togliete il peperoncino e unite il radicchio affettato

– Alzate un po’ la fiamma e fate rosolare (senza bruciare!). Il radicchio pian piano comincerà ad appassirsi scurendosi e diminuendo di volume

– Dopo una decina di minuti versate il vino bianco, sempre mantenendo la fiamma abbastanza vivace

– Aggiungete i dadi e il riso e rimescolate con il solito cucchiaio di legno

– Fate tostare per un paio di minuti poi versate l’acqua calda (la quantità dipende dal risotto che volete,  più sostenuto o più morbido)

– Chiudete la pentola (ricordate  di mettervi sotto una reticella frangifiamma)

– Dal sibilo abbassate il gas e regolate il timer a 5 minuti

– Terminata la cottura, aspettate 1-2 minuti prima di aprire e svaporare la pentola. All’apertura scoprirete che il risotto ha assunto un colore scuro, tra il cioccolato e l’amaranto

– Riponete sul gas la pentola aperta, versate un altro filo d’olio e abbondante parmigiano e mantecate per circa un minuto.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.