BRANZINO AL CARTOCCIO

branzino cartoccio 1

Il branzino (o spigola) si trova ormai sui banchi di tutte le pescherie: quello “pescato” (cioè “selvaggio”) ha prezzi un po’ elevati, ma quello d’allevamento (Grecia, Italia, Croazia), spesso anche in offerta, è alla portata di tutte le tasche. Perchè dunque non approfittare delle offerte che ci si presentano e portare in tavola più spesso questo pesce ricco di omega 3, leggero e digeribile, delicato ma dal gusto deciso e inconfondibile?

Provate a cucinarlo al cartoccio: all’apertura dell’involucro potrete gustare il pesce nella sua versione più semplice, senza alterarne il sapore con l’aggiunta di altri ingredienti.

Ingredienti per 4 persone:

4 branzini del peso di circa 300 gr. ciascuno

1 limone grosso

prezzemolo tritato, sale, olio q.b.

Esecuzione:

– Pulite bene i branzini – lasciandoli interi – e lavateli accuratamente in acqua fredda

– Conditeli con prezzemolo tritato,  sale fino e limone spremuto, sia esternamente che internamente

– Ungete con un po’ d’olio un foglio di carta da forno

– Depositate un branzino nel centro e ricopritelo con due fettine di limone

– Avvolgetelo bene nella carta da forno e richiudete il cartoccio

– Ripetete l’operazione per ogni branzino

– Disponete i cartocci sulla leccarda del forno e cuocete in forno ventilato, preriscaldato, a 200 gradi per 20 minuti circa

–  Al termine dei 20 minuti estraete la leccarda dal forno, aprite i cartocci e riponete in forno ancora per 2 o 3 minuti (questa operazione serve per eliminare quel po’ di liquido che si sarà formato nel cartoccio)

– Portate in tavola depositando ogni cartoccio sul singolo piatto.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.