RISOTTO AL SAPORE DI MARE

risotto pesce 13

Si tratta di un primo piatto tradizionale, appartenente, pur con alcune varianti, alla gastronomia di molte regioni d’Italia, e non solo dei luoghi affacciati sul mare; varianti nel modo di cottura e secondo il pesce a disposizione. Piatto generalmente molto apprezzato, adatto ad ogni stagione e da me cucinato di frequente. La ricetta è di media difficoltà, basta essere esperte/i nella preparazione del risotto in quanto tale.

Abbastanza veloce l’esecuzione, se seguirete la cottura del risotto in pentola a pressione, ovviamente se siete abituate/i ed abili ad usarla, altrimenti procedete nella maniera tradizionale. Vi posso assicurare che “a pressione” il risultato è ottimo, direi migliore della cottura più lunga ed impegnativa in tegame: i sapori del pesce vengono mantenuti intatti, anzi intensificati.

Ingredienti:

gr. 400 di riso carnaroli o vialone nano

2 scalogni

2 spicchi d’aglio

olio extravergine d’oliva

3/4 di  bicchiere di vino bianco secco

2 dadi vegetali

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro (facoltativo)

gr. 320 di pesce surgelato preparato per risotto ( Troverete la confezione nel banco dei supermercati)

1 pizzico di peperoncino in polvere

cl 40 circa di acqua calda

1 cucchiano di prezzemolo tritato

Esecuzione:

° Nella pentola a pressione aperta fate imbiondire i due scalogni e gli spicchi d’aglio nell’olio extravergine di oliva, dopo averli tagliati a fettine sottili

° Nella stessa pentola, a fuoco vivo-moderato,versate il riso, mescolando accuratamente per 2 o 3 minuti, fino a che il riso non abbia assunto un bel colore biondo-dorato. Evitate di tostarlo e bruciarlo, ne risulterebbe sgradevole il sapore. Potete aggiungere, è facoltativo, un cucchiaino di concentrato di pomodoro.

° Quindi mescolate al riso un 3/4 di bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare. Aggiungete 2 dadi vegetali, e continuate a mescolare per  un minuto; facendo attenzione che non si bruci, abbassate la fiamma.

° Ora aggiungete il pesce ancora congelato, già tagliato e preparato nella confezione,  ed un pizzico di peperoncino in polvere

° Versate poi l’acqua calda, in modo che il livello risulti circa 1 dito sopra la superficie del riso. Aggiungete un po’ di prezzemolo tritato. Io lo metto in pentola  a questo punto, oppure a cottura terminata, quando apro la pentola e amalgamo il tutto. (Questo evita che il prezzemolo soffritto all’inizio si bruci e assuma un sapore non adatto.)

° Quindi chiudete bene la pentola a pressione cuocete a fuoco moderato, tale da “portare a pressione” la cottura

° Ad inizio sibilo, abbassate la fiamma, meglio trasferire la pentola sul fornello più piccolo –al minimo– con interposta una retina spargifiamma; fate trascorrere 5 minuti, quindi spegnete il gas

° Lasciate la pentola a pressione chiusa per altri 5 minuti circa (non di più!), poi svaporate e togliete il coperchio con attenzione.  Aggiungete due cucchiai d’olio extravergine d’oliva, mescolate bene amalgamando il risotto con il pesce. Ecco, il piatto è pronto!

° Portate in tavola ben caldo. Ogni commensale potrà, a piacere, spruzzare sul risotto un pochino di limone… risulterà delizioso!

Vini suggeriti: Bianco di Custoza, Pinot Chardonnay, Prosecco di Valdobbiadene, Trebbiano del Rubicone, Falanghina, Chardonnay di Sicilia, Grecanico, Grillo.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.