OSSIBUCHI DI CAPRIOLO CON PATATE

image

Gli ossibuchi di capriolo, diversamente da quelli di tacchino o di vitello, sono piuttosto piccoli ma necessitano, come gli altri, di una lunga e lenta cottura. C’è chi ne va ghiotto: se cucinati bene possono essere una vera delizia. In questa ricetta li propongo in umido con patate.

Ingredienti per 2 porzioni:

400 gr. di ossibuchi di capriolo

3 patate medie

1 carota piccola

1 cipolla piccola

3-4 cucchiai di polpa di pomodoro

1/2 bicchiere di vino bianco

1 dado per brodo vegetale

farina per infarinare

olio extravergine q.b.

Esecuzione:

Circa 8 ore prima di cucinarli lavate gli ossibuchi, asciugateli e metteteli a macerare in acqua fredda con un po’ di limone spremuto

– Trascorso questo tempo, mettetevi al lavoro: scolate gli ossibuchi dalla salamoia, asciugateli tamponandoli con carta da cucina e con le forbici incidete la pellicola che li circonda per evitare che durante la cottura si arriccino

– Preparate il brodo di dado (ve ne servirà circa 1/2 litro)

– Affettate finemente la cipolla e fatela rosolare in padella con un po’ di olio, quindi unite gli ossibuchi infarinati e fate rosolare anche questi per qualche minuto girandoli delicatamente

– Quando la carne sarà ben rosolata inaffiate con il vino bianco e fate sfumare

– Sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti

– Pelate anche la carota e tagliatela a cubetti

– Unite le verdure alla carne e bagnate con un po’ di brodo; coprite con un coperchio lasciando però uno spiraglio per far uscire il vapore

– Fate cuocere a fiamma bassissima per tre ore circa: più lunga è la cottura più saranno buoni gli ossibuchi

– Controllate ogni tanto e bagnate via via un po’ di brodo affinché l’intingolo non si asciughi; a metà cottura aggiungete la polpa di pomodoro

– Gustateli caldissimi.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.