POLPETTONE FREDDO FARCITO

image

Nella stagione estiva cucino spesso questa pietanza che posso utilizzare per più giorni anche in modi diversi. E’ un secondo facile da preparare, molto gustoso e di bella presentazione, all’aspetto più simile ad un rifreddo o a una galantina che ad un polpettone. I contorni ideali per questo piatto: patate lesse con prezzemolo e maionese, insalata russa o pomodori farciti di insalata russa, salsa tonnata, carotine grattugiate con maionese…insomma tutti i contorni indicati per i piatti freddi. Un’altra ottima alternativa: disponete le fette di polpettone in un vassoio capiente, distribuite qualche sottaceto e qualche decorazione di maionese qua e là e ricoprite con gelatina (*NOTA 1*)

Ingredienti:

300 gr. di lombo di maiale

60 gr. di mortadella

3 uova

300 gr. di pangrattato

400 circa gr. di latte

100 gr. di parmigiano grattugiato

noce moscata, sale q.b.

1/2 bicchiere di brodo vegetale

Esecuzione:

– In un piccolo tegame preparate un pancotto con 6/7 cucchiai di pangrattato ed il latte: fatelo cuocere per qualche minuto fino ad ottenere la giusta consistenza (non troppo asciutta nè troppo morbida); lasciate intiepidire

– Lessate due uova, sgusciatele e lasciate intiepidire

– Con il tritacarne macinate insieme la mortadella e il lombo (passateli 2 volte)

– Unite alla carne macinata 1 uovo intero, il parmigiano grattugiato, sale fino e un po’ di noce moscata grattugiata; lavorate energicamente l’impasto e incorporate anche il pancotto che avete preparato, continuando a lavorare (con un cucchiaio o anche con le mani) finché sarà tutto ben amalgamato

– Date all’impasto di carne una forma ovale e ponetelo su un foglio di carta sul quale avrete versato un po’ di pangrattato

– Premendo con le dita praticate nell’impasto due incavi che conterranno le uova sode

– Riavvolgete l’impasto intorno alle uova ricomponendo il polpettone, passatelo nel pangrattato e avvolgetelo ben stretto in carta da forno

– Fatelo cuocere un’ora a vapore con 1/2 bicchiere di brodo vegetale

– Terminata la cottura estraete il polpettone dalla pentola e senza togliere la carta depositatelo su un piatto e appoggiatevi sopra un peso in modo da renderlo più compatto. Lasciate il peso almeno per un’ora e mezza poi fate raffreddare bene in frigo (almeno mezza giornata)

– Al momento di portare in tavola, con un coltello ben affilato tagliate il polpettone a fette spesse circa 1/2 cm. ; accompagnatelo con contorni freddi.

(*NOTA 1*): Per non far fondere la maionese quando ricoprite il rifreddo stendete la gelatina dopo averla raffreddata in frigo; oppure preparate una “mayonnaise collée” che non vi creerà problemi (potete trovarne la ricetta in internet).

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.