FIORI DI ACACIA FRITTI

fiori acacia fritti 2

In un periodo abbastanza breve, tra fine aprile e inizio maggio, l’acacia (quella comune che si vede dappertutto) esibisce i suoi grappoli fioriti, bianchi e profumati. Perchè non approfittarne raccogliendo qualche grappolo per cucinare deliziose frittelle? Tra l’altro sappiate che l’acacia, oltre a nutrire le api per la produzione di una pregiata varietà di miele, è impiegata in erboristeria per le sue proprietà astringenti, antisettiche e infiammatorie.

Per 3-4 porzioni basteranno 25-30 grappoli. Trattateli con delicatezza perchè i fiori si staccano facilmente. Ecco come prepararli.

Ingredienti:

25-30 grappoli di acacia

per la pastella: 250 gr. circa di farina 00, un cucchiaio d’olio extravergine, una presa di sale fino, acqua fredda q.b.

olio extravergine per friggere

Esecuzione:

– Immergete i grappoli in acqua fredda per una mezz’oretta: questo accorgimento servirà anche per eliminare gli eventuali insetti

– Intanto preparate una pastella abbastanza liquida, aggiungendo acqua fredda, versata a filo, fino ad ottenere la giusta densità: inclinando il cucchiaio dovrà scendere con una consistenza leggermente più densa della panna liquida

– Togliete i fiori dall’acqua, uno per volta, e depositateli in un recipiente senza sovrapporli troppo

– Scaldate l’olio in padella e, raggiunta la giusta temperatura, immergete via via i grappoli nella pastella e tuffateli nell’olio

– Friggeteli rapidamente senza lasciarli scurire, scolateli bene e depositateli su carta assorbente

– Gustateli caldi, appena fritti, assaporando i fiori che si staccheranno facilmente dal gambo. Sono veramente deliziosi, con un vago sapore di miele.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.