PAPPARDELLE PRIMAVERA

pappard-ruco-erbe-fiori 12

Un piatto delizioso,  di grande fascino, perfetto per una cenetta romantica. Per questo, intenzionalmente, indico le dosi per 2 porzioni, ciò che non impedisce di aumentarle a piacimento. L’esecuzione non richiede particolari abilità,  ma potrete realizzare questo piatto solo disponendo di erbe aromatiche e fiori commestibili freschi, diciamo appena colti. Tutte piante che crescono in primavera, ed ecco perchè “pappardelle primavera”.

Molte erbe aromatiche (timo, basilico, menta ecc.) si possono coltivare in vaso nel giardino, sul balcone o sul davanzale.

La rucola si trova senza problemi in qualsiasi ortofrutta.

L’acetosella, che io ho scelto per il suo gusto particolare, è una pianta spontanea, usata anche per semplici bordure, con foglie simili a quelle del trifoglio e piccoli fiori rosa (o bianchi) che la sera si chiudono come per prepararsi al sonno. Questa pianta è impiegata anche in erboristeria per le sue proprietà diuretiche e decongestionanti ed è commestibile se usata con parsimonia perchè contiene acido ossalico che – se assunto in quantità consistenti – può danneggiare gravemente i reni.

Ho infine usato qualche fiore di margherita, la comune pratolina, non difficile da raccogliere sui prati in primavera. In alternativa potete scegliere qualche fiore commestibile spontaneo, come la viola mammola, il fiore di tarassaco (il comune piscialletto) o quello della primula.

Se potete procurarvi tutti gli ingredienti, seguite puntualmente le istruzioni e otterrete un piatto fantastico.

Ingredienti per 2 persone:

200 gr. di pappardelle all’uovo fresche

300 gr. di code di gamberi (pari a 200 gr. circa di gamberi sgusciati)

1 spicchio d’aglio

1 mazzetto di rucola

1 mazzetto di erbe aromatiche miste (timo, origano, menta, melissa, basilico, acetosella)

qualche fiore di margherita e di acetosella (8-10 fiori per singola porzione)

olio extravergine q.b.

Esecuzione:

1 – Sgusciate i gamberi e lavateli; dividetene la metà in 2-3 pezzi lasciando gli altri interi e poneteli in una ciotola per il successivo uso

2 – Lavate tutte le erbe ed i fiori

3 – Staccate le foglie dai rametti di menta, basilico, melissa e acetosella e – senza confonderle – tagliuzzatele con le forbici e disponetele in ciotole separate in attesa dell’impiego; conservate a parte i rametti di timo e origano senza staccarne le foglie

4 – Ripetete l’operazione con la rucola

5 – Staccate i capolini dei fiori dagli steli e riponete anche questi in attesa dell’uso

6 – Portate a bollore l’acqua per la pasta

7 – Scaldate aglio e olio in una padella antiaderente e non appena l’aglio inizia a rosolare unite gli scampi

8 – Fate cuocere a fiamma media per qualche minuto, quindi eliminate l’aglio, togliete la padella dal fuoco e unite la rucola

9 – Scolate le pappardelle (lasciandole leggermente umide) e unitele al condimento

10 – Riponete la padella sul fuoco e spargete sulla pasta le erbe aromatiche già preparate e le foglie di origano e di timo che staccherete al momento

11 – Rimescolate per incorporare il condimento e disponete nei piatti le vostre pappardelle

12 – Spargetevi sopra qualche fiore ed ecco pronto questo meraviglioso piatto!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.