RISOTTO AL CAVOLO CAPPUCCIO

risotto cav cappuc 2

Come è noto il cavolo, inteso in senso generale, è un ortaggio particolarmente nutriente e ricco di proprietà benefiche. Alla famiglia dei cavoli appartengono numerose varietà, ma le più comuni sono il cavolfiore, il cavolo verza ed il cavolo cappuccio, nonchè i broccoli ed i cavolini di Bruxelles.

Questo ortaggio era noto già ai greci e ai romani e ne veniva fatto largo uso. Per citare solo alcune delle sue proprietà, è ricco di vitamina C e di ferro, è antiossidante e antinfiammatorio, antiulcera, utile nell’azione protettiva contro il cancro e per controllare l’ipertensione. Un solo neo: l’odore non proprio gradevole che emana durante la cottura, ma…spalanchiamo le finestre ma non eliminiamo dalla nostra tavola questa verdura straordinaria.

E’ proprio per questo che vi propongo oggi un gustosissimo risotto al cavolo cappuccio.

Ingredienti per 4 persone:

350 gr. di riso per risotti (carnaroli o arborio)

600 gr. di cavolo cappuccio

1 cipolla media

2-3 dadi per brodo vegetale

1 cucchiaio raso di triplo concentrato di pomodoro

abbondante parmigiano grattugiato

olio extravergine q.b.

Esecuzione:

– Date le dimensioni ed il peso di questo ortaggio, per questa ricetta ne userete solo una parte, diciamo 1/3 o 1/2. Quindi: mondate il cavolo cappuccio, lavatelo, affettatelo, trattenete i 600 grammi circa da usare per il risotto e riponete in frigo il resto che potrete gustare crudo in insalata o stufato in padella

– Tritate la cipolla e fatela imbiondire in pentola a pressione con un po’ d’olio extravergine

– Tritate grossolanamente il cavolo cappuccio, unitelo al soffritto e fate rosolare il tutto per circa 10 minuti, finchè il cavolo si sarà un po’ appassito e ridotto di volume

– Ora unite i dadi e il concentrato di pomodoro e se necessario 1/2 bicchiere di acqua calda

– Rimescolate per amalgamare, quindi aggiungete anche il riso e infine un bricco di acqua calda (indicativamente dai 2 ai 3 decilitri, a seconda che preferiate un risotto asciutto o all’onda)

– Rimescolate nuovamente e chiudete la pentola a pressione

– Al sibilo abbassate la fiamma (consigliato l’uso di una reticella frangifiamma) e impostate il timer a 5 minuti

– Terminata la cottura spegnete il gas lasciando la pentola sigillata ancora per 1-2 minuti, quindi aprite, rimettete sul fuoco e mantecate con abbondante parmigiano.

Nota: Se non usate la pentola a pressione potete preparare questo risotto con il metodo tradizionale.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.