RAVIOLE DI SAN GIUSEPPE

raviole 10

Raviole di San Giuseppe, così chiamate perchè nel bolognese vengono preparate per la festa di San Giuseppe, il 19 marzo. Sono dolcetti di pasta frolla, a forma di mezzaluna, farciti con la tradizionale mostarda bolognese, ma anche con marmellate di vari gusti, con crema pasticcera o con ricotta. Cotte in forno o fritte, sono comunque deliziose.

La ricetta di pasta frolla che ho usato è quella della mia mamma che negli anni della nostra giovinezza non mancava mai di prepararle: una metà farcite con la mostarda  e una metà farcite con crema,  e poi fritte – credo – nello strutto. Le mie sono farcite con confettura di ciliegia e cotte in forno, ma hanno la stessa fragrante friabilità perchè il segreto sta nella pasta frolla.

Ingredienti:

300 gr. di farina 00 (più un paio di manciate per stendere la sfoglia)

40 gr. di burro (o margarina a basso contenuto di grassi)

2 uova intere

100 gr. di zucchero

per il ripieno: 350 gr. circa di mostarda bolognese o di altra confettura (varianti: crema pasticcera, ricotta o nutella)

Esecuzione:

– Versate sulla spianatoia la farina “a fontana”  e all’interno mettete lo zucchero e le uova; amalgamate gli ingredienti rimescolando con una forchetta, poi unite il burro ammorbidito e lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo

1 – Stendete la pasta con il mattarello per uno spessore di circa 3 millimetri aggiungendo, se necessario, altra farina per evitare che la sfoglia si attacchi al tagliere

2 – Con uno stampino circolare o con il classico bicchiere ricavate tante formine rotonde (diametro circa cm. 7 – 7,5) e depositate su ognuna un cucchiaino di ripieno; chiudete la raviola premendo bene sul bordo

3 – Riutilizzate tutti i ritagli di sfoglia via via rimpastandoli e ristendendoli con il mattarello e ripetendo le operazioni di cui al punto 2

4 – Stendete un foglio di carta da forno sulla leccarda e disponete ordinatamente tutte le raviole che avete preparato

5 – Cuocete a 175-180 gradi per circa 15 minuti, controllando che il colore dei dolci resti appena dorato

6 – Infine estraete le raviole dal forno e disponetele a strati in un piatto da portata, spolverandole leggermente con zucchero vanigliato.

NOTA: Se volete gustare una vera e propria lussuria gastronomica (anche  questa appartiene alla tradizione bolognese) potete bagnarle con un po’ di alchermes. Squisite!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.