SEMIFREDDO AL CAFFE’ E CREMA AL RHUM

semifreddo caffè-cremarum 1

Un dolce gelato al delizioso gusto di caffè, fresco, elegante e di sicuro successo quando lo porterete in tavola.  Si può conservare in freezer, quindi può essere preparato anche qualche giorno prima dell’utilizzo. Non è particolarmente difficile, ma la preparazione richiede un po’ di tempo e di attenzione.

Per le dosi indicate (8 porzioni) occorre uno stampo con capacità di circa un litro e mezzo, preferibilmente in silicone per poter sformare il dolce più agevolmente

Ingredienti per 8 porzioni:

500 gr. di panna fresca da montare (meglio se divisi in due confezioni da 250 grammi)

8 tuorli d’uovo

250 gr. circa di zucchero

4 cucchiaini di caffè liofilizzato

rhum (1/2 tazzina da caffè)

80 gr. di gocce di cioccolato fondente

30-40 gr. di meringhe

Esecuzione:

– In una ciotola montate 4 tuorli d’uovo con 120 grammi di zucchero, finchè il composto avrà assunto un aspetto chiaro e spumoso; incorporate quindi il rhum a dosi di un cucchiaino per volta

– In un’altra ciotola montate i restanti 4 tuorli con 120 grammi di zucchero fino ad ottenere una crema soffice, quindi incorporate il caffè preparato come segue:  in una tazza sciogliete 4 cucchiaini di caffè liofilizzato e 4 cucchiaini di zucchero in poche gocce d’acqua e lavorate energicamente finchè il composto sarà omogeneo

– Montate separatamente i due quarti di panna (non zuccherata)

– Mescolate molto delicatamente un quarto di panna montata alla crema al rhum

– Mescolate infine il restante quarto di panna alla crema al caffè e unite alla soffice crema ottenuta le gocce di cioccolato

– Versate sul fondo dello stampo la crema al caffè

– Disponete su di essa le meringhe grossolanamente sbriciolate (se sono molto piccole potete usarle intere) e ricoprite con la crema al rhum; non preoccupatevi se le meringhe tenteranno di galleggiare, quando sformerete il dolce andrà tutto a posto

– Ricoprite con un foglio di pellicola e ponete in freezer almeno per qualche ora

– Lasciatelo a temperatura ambiente per qualche minuto prima di sformarlo e portarlo in tavola (servitelo morbido ma non disfatto).

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.