CREMA PASTICCERA

cremapastic 11

Chi non conosce la crema pasticcera, questo preparato a base di uova e farina, nonchè di zucchero e latte, aromatizzato a piacere con scorza di limone o vanillina, a volte insaporito con l’aggiunta di cioccolato o caffè?

Tutti ne abbiamo apprezzato la delicatezza del gusto, ma la preparazione, per quanto semplice, richiede attenzioni da non trascurare, pena l’inutilizzo della crema.

Potete gustarla in coppa come un gelato,  usarla per farcire o decorare torte e crostate o utilizzarla per preparare un’ottima zuppa inglese (ricetta nel blog).

Eccovi la ricetta base. Per cucinarla potete usare due sistemi, entrambi ugualmente validi.

Ingredienti:

3 tuorli d’uovo (io spesso aggiungo 1 albume specialmente se la crema serve per farcire torte)

3 cucchiai di zucchero (circa 90 gr.)

3 cucchiai di farina 00 (circa 75 gr.)

1/2 litro di latte

scorza di limone

1 bustina di vanillina

Esecuzione- Procedimento n° 1:

– Con un cucchiaio di legno (da usare solo per dolci) lavorate le uova con lo zucchero, aggiungete la farina un cucchiaio per volta facendo attenzione a non formare grumi, poi un pezzo di scorza di limone, la vanillina e poco a poco il latte

– Ponete a fuoco lento (con una reticella frangifiamma) e rimescolate continuamente a fondo nello stesso verso, fino a quando il composto si sarà addensato prendendo la consistenza di una crema; spegnete non appena accenna a bollire ma girate ancora 2 o 3 minuti.

Esecuzione- Procedimento n° 2:

Questo procedimento è più rapido ma è necessario cuocere la crema a bagnomaria perchè si addensa molto più velocemente e potrebbe attaccarsi sul fondo e prendere odore di strinato:

– Portate a bollore il latte

– Montate le uova con lo zucchero, poi unite la vanillina e la scorza di limone e infine la farina, sempre montando energicamente in modo che non si formino grumi

– Quando il composto sarò ben spumoso aggiungere poco per volta il latte caldo, all’inizio a cucchiaiate poi in dosi maggiori, sempre mescolando

– Ponete sul gas a bagnomaria, mantenendo la fiamma medio-bassa e rimescolando continuamente nella stessa direzione: in pochi minuti la crema si sarà addensata; spegnete il gas e rimescolate ancora per un paio di minuti.

NOTE:

– Fate attenzione a non “strinarla” durante la cottura: l’odore di “bruciato” la rende inutilizzabile

– Dalla ricetta base potrete ottenere creme con diversi gusti: al cioccolato con l’aggiunta di cacao, al caffè con l’aggiunta di caffè liofilizzato, oppure aromatizzarla all’arancio o al limone, alla cannella…

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.