TIRAMISU’

tiramisu 7

Mi capita ogni anno, nel periodo che intercorre fra il Natale e l’Epifania, di ritrovarmi il frigo straripante di avanzi di ogni genere: confezioni solo parzialmente utilizzate di panna, mascarpone, affettati vari, uova… che non intendo certo buttare. Per impiegare tutto questo ben di Dio preparo qualche piatto, pietanza o dolce, da poter congelare e consumare più avanti, quando gli eccessi calorici dovuti alle festività si sono un po’ esauriti.

Quest’anno, dopo aver constatato una ridondanza di pan di spagna, nonchè di mascarpone e di uova, ho deciso di preparare tiramisù in monoporzioni che ho poi messo nel congelatore in attesa del momento giusto per utilizzarle.

In mancanza di una ricetta ufficialmente depositata, di questo dolce – probabilmente di origini venete – si possono trovare molte versioni, tutte egualmente buone.

Qui di seguito ve ne consiglio due, da me sperimentate personalmente.

§ § § § § §

1* ricetta – Tiramisù a base di mascarpone

Ingredienti per 4-5 porzioni:

250 gr. di mascarpone

2 uova

60 gr. di zucchero

2-3 tazzine di caffè (anche liofilizzato)

6 cucchiai da minestra di marsala secco

pan di spagna o savoiardi

un cucchiaio di cacao amaro in polvere

1 pizzico di sale fino

Esecuzione:

– Preparate lo zabaione: separate i tuorli dagli albumi (che poi monterete a neve) e sbatteteli in una piccola casseruola con 50 gr. di zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, poi unite 4 cucchiai di marsala e, sempre mescolando nella stessa direzione, ponete sul gas a fiamma bassissima (con reticella frangifiamma); fate cuocere fino a che il composto si addenserà e togliete dal fuoco prima che inizi a bollire

– Attendete  che lo zabaione sia intiepidito poi unitelo al mascarpone, lavorando energicamente con un cucchiaio per ottenere una crema ben amalgamata

– Unite agli albumi un pizzico di sale fino e 1/2 cucchiaio di zucchero, montateli a neve fermissima e incorporateli al composto di mascarpone: il risultato sarà una crema soffice di consistenza simile alla panna montata

– Preparate il caffè (1/2 tazza da te con un cucchiaino di zucchero) e unitevi 2 cucchiai di marsala

– Disponete sul fondo di una coppa trasparente (o di più coppe monoporzione) uno strato di savoiardi o fette di pan di spagna bagnati con la miscela di caffè e marsala, ricoprite con uno strato di crema al mascarpone, poi un altro strato di savoiardi e di nuovo la crema al mascarpone, fino ad esaurimento degli ingredienti

– Ricoprite con pellicola trasparente e ponete il dolce in frigo almeno 2 o 3 ore prima di consumarlo; solo al momento di portarlo in tavola spolverate la superficie con il cacao in polvere

§ § § § § §

2° ricetta – Tiramisù a base di panna

Ingredienti per 4-5 porzioni:

250 gr. di panna fresca da montare

2 uova

50 gr. di zucchero semolato

1 cucchiaio raso di zucchero vanigliato

2-3 tazzine di caffè (anche liofilizzato)

6 cucchiai da minestra di marsala secco

pan di spagna o savoiardi

un cucchiaio di cacao amaro in polvere

Esecuzione:

– Preparate lo zabaione: separate i tuorli dagli albumi (che potrete utilizzare per altre preparazioni) e sbatteteli in una piccola casseruola con 50 gr. di zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, poi unite 4 cucchiai di marsala e, sempre mescolando nella stessa direzione, ponete sul gas a fiamma bassissima (con reticella frangifiamma); fate cuocere fino a che il composto si addenserà e togliete dal fuoco prima che inizi a bollire

– Nell’attesa che lo zabaione intiepidisca montate la panna con lo zucchero vanigliato

– Ora incorporatela delicatamente allo zabaione ormai freddo

– Preparate il caffè (1/2 tazza da te con un cucchiaino di zucchero) e unitevi 2 cucchiai di marsala

– Disponete sul fondo di una coppa trasparente (o di più coppe monoporzione) uno strato di savoiardi o fette di pan di spagna bagnati con la miscela di caffè e marsala, ricoprite con uno strato di panna allo zabaione, poi un altro strato di savoiardi e di nuovo la panna, fino ad esaurimento degli ingredienti

– Ricoprite con pellicola trasparente e ponete il dolce in frigo almeno 2 o 3 ore prima di consumarlo; solo al momento di portarlo in tavola spolverate la superficie con il cacao in polvere.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.