TROFIE CON RICOTTA MARZOTICA

trofie ricotta 6

Questo primo piatto, di gusto decisamente rustico, è nato da una mia curiosità, da un mio desiderio di sperimentare un accostamento un po’ insolito: una pasta di origine prettamente ligure (le trofie) con un condimento tipicamente meridionale (la ricotta marzotica) insaporito con l’aggiunta del bacon (la pancetta inglese affumicata e poco stagionata, un po’ diversa dalla nostra).

Tralascio informazioni superflue su trofie e bacon – che sicuramente tutti conoscono – ma vorrei spendere due parole sulla ricotta marzotica che ebbi occasione di assaggiare anni fa in un ristorante sul litorale pugliese. Mi colpì allora il gusto leggermente aromatico, quasi di erba. Questo formaggio in forma di tronco di cono, di produzione pugliese, è una ricotta che si ottiene dal siero di lavorazione del “canestrato” (pregiato formaggio pugliese D.O.C.  o D.O.P.) unito a latte di pecora. Dopo una stagionatura di circa 3 settimane si acquisisce il prodotto finale, di pasta semidura e friabile. Il suo nome proviene dall’uso, soprattutto nel passato, di iniziare la stagionatura della ricotta nella stagione primaverile (marzo-aprile) quando la produzione era al massimo livello per l’abbondanza del latte.  La ricotta marzotica può essere consumata come formaggio per accompagnare piatti di verdure (le tradizionali fave),  o come condimento per pasta fresca (orecchiette o cavatelli), o per la cosiddetta “crudaiola”  (pasta fredda condita con verdure crude).

Io l’ho accompagnato alle trofie liguri e dato che il mio esperimento è stato definito gradevole dall’assaggiatore ufficiale (marito) – che peraltro non è di bocca facile –  ecco a voi la ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr. di trofie fresche (si trovano in molti ipermercati generalmente in confezioni da 500 gr.)

150 gr. ricotta marzotica (anche questa si trova negli ipermercati)

150 gr. bacon

1 spicchio di aglio

peperoncini piccanti freschi – la quantità può variare da 1 a 4 peperoncini;  ne esistono di tutte le varietà e dimensioni, quindi sta a voi regolarvi anche in base ai vostri gusti

6-8 cucchiai di passata (grossa) di pomodoro

olio extravergine

Esecuzione:

– Grattugiate la ricotta a scaglie grandi

– Tritate i peperoncini piccanti dopo aver eliminato i semi e il picciolo e fateli leggermente soffriggere in padella antiaderente con l’olio e lo spicchio d’aglio

– Aggiungete il pomodoro, rimescolate e lasciate sul fuoco a fiamma molto bassa

– Intanto ponete sul fuoco l’acqua per la pasta

– Dividete in due o tre parti le fette di bacon e fatele saltare in un’altra padellina antiaderente senza olio fino a che saranno croccanti, quindi raccoglietele con una forchetta, scolandole dal grasso, e depositatele su un piatto (vi serviranno dopo)

– Cuocete la pasta al dente, scolatela e buttatela nella padella, sempre sul fuoco (dopo aver tolto lo spicchio d’aglio), versate la ricotta grattugiata e un filo d’olio, rimescolate e amalgamate il tutto, in modo che il formaggio si ammorbidisca con il calore della pasta

– Decorate con le fettine di bacon croccante e…buon appetito!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.