RISOTTO ALLO ZAFFERANO

risotto-zafferano

Il risotto allo zafferano, sulla cui origine esistono diverse leggende, differisce dal più “classico risotto alla milanese” per l’assenza tra gli ingredienti del midollo di bue, ma non ha nulla da invidiare a quest’ultimo. Anzi, posso assicurarvi che è un po’ più leggero e digeribile del tradizionale risotto alla milanese, senza tuttavia attenuarne il sapore ed il gusto. Nella cucina italiana vengono realizzate varie versioni di questo tipo di risotto, primo piatto solitamente assai apprezzato dai palati esigenti: si possono unire al risotto giallo funghi porcini o piselli e ragù bolognese (Vedi su questo blog ricetta Posted by A. on January 8th, 2011) o salsiccia oppure anche gamberi o altro pesce di mare. Provatelo anche nelle varianti… vi piacerà.

Questa ricetta è realizzata con la cottura in pentola a pressione.Vi assicuro che “a pressione” il risultato è ottimo, anzi migliore della tradizionale cottura più lunga ed impegnativa in tegame.

Un consiglio: Se ne avanzasse (ma non ne avanzerà!), riscaldatelo “al salto” in una padellina antiaderente, rosolandolo da ambo le parti. E’ gustosissimo.

Ingredienti: per 4 persone

gr. 400 di riso carnaroli o vialone nano

1 cipolla media

olio extravergine d’oliva

3/4 di bicchiere di vino bianco secco

2 bustine di zafferano

2 dadi

cl. 42 circa di acqua calda

gr. 15 di burro

abbondante parmigiano grattugiato

Esecuzione:

° Fate imbiondire nella pentola a pressione aperta la cipolla nell’olio extravergine d’oliva, dopo averla tagliata a fettine sottili

° Nella stessa pentola, a fuoco vivo-moderato,versate il riso, mescolando accuratamente per 2 o 3 minuti, fino a che il riso non abbia assunto un bel colore biondo-dorato. Evitate di tostarlo e bruciarlo, ne risulterebbe un sapore poco gradevole

° Quindi mescolate al riso un 3/4 di bicchiere di vino bianco secco e fatelo evaporare. Aggiungete i 2 dadi e 2 bustine di zafferano, sciolte in un cucchiaio d’acqua calda, continuate a mescolare con un cucchiaiotto di legno per meno di un minuto

° Versate poi l’acqua calda, in modo che il livello risulti circa 1 dito sopra la superficie del riso e mescolate con cura

° Ora chiudete bene la pentola a pressione

° Ad inizio sibilo, abbassate la fiamma, meglio trasferire la pentola sul fornello più piccolo -al minimo- con interposta una retina spargifiamma; per la cottura fate trascorrere 5 minuti, quindi spegnete il gas

° Lasciate la pentola a pressione chiusa per altri 5 minuti circa (non di più), poi svaporate e togliete il coperchio con attenzione. Cospargete di parmigiano, mescolate bene amalgamando a 15 gr. di burro il risotto, che dovrà risultare ben mantecato e…

° Servitelo in tavola fumante. Su ogni porzione versate abbondante parmigiano grattugiato.     BUON  APPETITO!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.