COPPE DI CREMA AL CARAMELLO

coppe caramello 1

Il sapore del caramello fa affiorare nella mia mente dolci ricordi d’infanzia…

Il profumo di zucchero caramellato che si spargeva in cucina mentre mia madre preparava il fiordilatte…

Le gite al mare con sosta obbligata a Lugo di Romagna davanti a una gelateria – di cui non ricordo il nome e che forse non esisterà più – dove si serviva il gelato più squisito che abbia mai assaggiato: una soffice crema grondante di caramello liquido con mandorline tritate…

Nel nostro blog sono state già pubblicate diverse ricette al gusto di “caramello”:  “budino fior di latte”, “budino di mandorle e ricotta”, “crème brulée”.  Il dolce che vi presento ora sarà graditissimo a grandi e piccoli per il sapore morbido e cremoso, una specie di “gelato caldo”.  Zia Maria lo presentava spesso come dessert a fine pranzo ed è proprio sua questa ricetta.

Ingredienti (per sei coppe):

6 cucchiai di zucchero per il caramello + 2 cucchiai per la crema

1/2 litro di latte

4 tuorli d’uovo

1 cucchiaio di zucchero vanigliato

2 cucchiai di fecola di patate

1/4 di panna fresca da montare

per decorare: amarene sciroppate e cialde o lingue di gatto

Esecuzione:

– In una casseruola sciogliete 6 cucchiai di zucchero sul fuoco fino a caramellarlo, quindi versate il latte e lasciatelo sul gas fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto. Lasciate raffreddare

Con il latte caramellato, già freddo, preparate una crema come segue:

– In una casseruola dall’interno smaltato montate con la frusta i tuorli con i 2 cucchiai di zucchero semolato e lo zucchero vanigliato, aggiungete la fecola di patate, sempre montando e facendo attenzione a non formare grumi

– Versate poco a poco il latte passandolo attraverso un colino fine, rimescolate con un cucchiaio di legno usato solo per i dolci,  ponete sul fuoco a fiamma bassa (interporre una reticella frangi-fiamma), rimescolando sempre nello stesso verso e senza interruzione. Quando  il liquido inizierà a sobbollire e a divenire più denso,  lasciatelo cuocere rimescolando ancora per 3-4 minuti finchè avrà la consistenza di una crema pasticcera (non troppo densa né troppo liquida). In questa fase fate molta attenzione a non “strinare” la crema: se prende odore di bruciato è irrecuperabile.

– Togliete la casseruola dal fuoco e rimescolate ancora per due o tre minuti, quindi lasciate raffreddare

– Montate la panna senza zucchero ed unitela alla crema già fredda, mescolando con molta delicatezza: se tutto è stato fatto a dovere, il composto dovrà essere spumoso e soffice

– Lasciatela in frigo almeno per mezza giornata

– Servitela in larghe coppe da gelato e decoratela con amarene sciroppate e cannolini, lingue di gatto o cialdoni, a vostro piacere.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.