ROTOLINI DI TROTA CON FUNGHI E SPECK

img_0801

Ancora una ricetta che ha come ingrediente principale la trota. Ve la consiglio, se vi piace questo pesce d’acqua dolce, è una preparazione facile e veloce da realizzare, con un solo ostacolo: la sfilettatatura del pesce per ottenerne dei filetti richiede un po’ di pazienza e di tempo. Per accelerare i tempi di lavorazione potete però acquistare i filetti già pronti che – rigorosamente – debbono essere senza lische e senza pelle.

Ingredienti per 4 porzioni:

4 trote medie (peso circ 200-250 gr. ciascuna)

o in alternativa 8 filetti già pronti senza lische e senza pelle

12 fette di speck (affettato fine)

2-3 champignons

3/4 cucchiai di vino bianco

sale, olio q.b.

Esecuzione:

– Se disponete dei pesci interi, per prima cosa mettetevi al lavoro per ridurli in filetti senza lische e senza pelle; ovviamente salterete questo passaggio se avete acquistato i filetti pronti

– Mondate gli champignons tagliando via la base del gambo e passando sul fungo un foglio di carta da cucina inumidito per asportare eventuali impurità; attenzione però, non immergeteli nell’acqua

– Affettate i funghi finemente e passateli sul gas in padella antiaderente finché avranno eliminato l’acqua contenuta; salate leggermente e procedete con gli altri lavori

– Tagliate orizzontalmente a striscioline 4 fette di speck, unitele ai funghi e fate rosolare delicatamente il tutto con un filo d’olio extravergine

– Ora confezionate i rotolini: stendete una fetta di speck, depositatevi un filetto di trota, spruzzate con poco sale quindi spargete un po’ del composto di funghi e arrotolate in modo che l’involtino sia ben stretto e che non esca nulla; chiudete con uno stecchino ed ecco pronto il primo rotolino

– Ripetete l’operazione per ogni filetto di pesce

– Cuocete con pochissimo olio in una padella antiaderente: fate rosolare per qualche minuto su tutti i lati, poi innaffiate con il vino e dopo aver fatto sfumare chiudete col coperchio e lasciate cuocere ancora per 10 minuti, lasciando scoperto per gli ultimi due minuti di cottura.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.