FRITTATA AL TONNO E FUNGHI CHAMPIGNONS

Frittatafunghitonno4

“Chi è che non sappia far le frittate? E chi è nel mondo che in vita sua non abbia fatto una qualche frittata? Pure non sarà del tutto superfluo dirne due parole.”  Così scriveva riguardo alla frittata il Maestro P. Artusi nel   “Manuale di cucina ed arte di mangiar bene” ed aveva pienamente ragione.       nota (.1.) La frittata è un piatto estremamente versatile, che si presta a innumerevoli versioni e viene cucinata in modi leggermente diversi da persona a persona, pur con l’ ingrediente di base che li accomuna, le uova. Secondo piatto assai diffuso, gustoso e nutriente, saporito ed appetitoso. Semplice da realizzare, si presta a numerose combinazioni e preparazioni. Eccone una fra le tante: una stuzzicante frittata con funghi e tonno , veloce e facile.

Ingredienti: per 1 persona

1/2 cipolla medio piccola dorata o bianca

1 uovo intero

gr. 30 di tonno al naturale sgocciolato

gr. 80 di funghi champignons affettati e già lessati (io ho usato quelli in scatola)

sale q.b.

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

1 pizzico di peperoncino medio-forte in polvere

olio extravergine di oliva q.b.

Esecuzione:

* Dopo avere affettato finemente la cipolla, mettetela in una padellina antiaderente, in cui avrete versato un po’ d’olio extravergine di oliva e fatela solo indorare a fuoco moderato

* Poi versatevi i funghi champignons affettati e precedentemente lessati e, a fuoco dolce, insaporiteli, rigirandoli con una spatolina di legno. Aggiungete poi il tonno ben sgocciolato e spezzettato e mescolate, proseguendo la cottura per qualche minuto

* Nel frattempo, in una tazza, con una forchetta sbattete l’uovo intero con il parmigiano, sale e un pizzichino di peperoncino in polvere

* Versatelo quindi sugli champignons e tonno nella padellina, spargendolo uniformemente con la spatola e, interponendo una retina spargifiamma, continuate a fuoco basso la cottura muovendo delicatamente in senso circolare il tegame affinchè la frittata risulti del medesimo spessore in tutte le sue parti, fino a che l’uovo si sarà  sufficientemente rappreso (ma non troppo!) … coprite poi con un coperchio e mantenete ancora sul gas per 1-2 minuti … la frittata col calore si cuocerà anche nella superficie, senza che voi facciate con la padella “pericolose acrobazie”, rischiando di “rovinare a terra” il tutto! Tuttavia, se siete cuoche/i molto abili…non è necessario che vi insegni io ulteriori mosse per far cuocere da ambo le parti la frittata: servitevi, come d’uso, del coperchio, rovesciate la frittata e cuocetela sull’altra superficie

° Portatela in tavola bella calda e fatela scivolare sul piatto… Se riuscita bene, sarà simile a quella nella foto sopra.                           nota.1.

Un suggerimento: Potete accompagnare la frittata con insalatina valerianella e cipollotti affettati conditi con un buon olio extravergine d’oliva. Bon Appètit!

nota (.1.): da P.Artusi “L’Artusi”, pag.99 – I Garzanti-Vallardi, ed.1978

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.