CROSTATA DI AMARETTI

crostata di amaretti 6-bis

Ho avuto questa ricetta da una conoscente e, dopo, l’ho preparata più volte con grande soddisfazione mia e degli ospiti. Non è la solita crostata, ovvero è una crostata con sorpresa perchè al suo interno, oltre alla marmellata, c’è uno strato di amaretti insaporiti da una mistura di caffè e rhum. Adattissima per un tè pomeridiano ma anche per essere servita a fine pranzo.

L’impasto consiste in una pasta frolla molto morbida, che si può utilizzare anche per altre preparazioni, ad esempio una ciambella o una pinza (intendo la “pinza bolognese”,  dolce della tradizione, costituito da un rettangolo di pasta che viene spalmato di mostarda bolognese e poi arrotolato).

E veniamo alla ricetta.

INGREDIENTI

per la pasta:

450 gr. di farina OO

2 uova

200 gr. di zucchero semolato

125 gr. di burro (ma personalmente preferisco la margarina vegetale, morbida, con Omega 3 e a ridotto contenuto di grassi)

1 bustina di lievito vanigliato

1 pizzico di sale fino

1 limone non trattato

per la farcitura:

200 gr. di amaretti

marmellata (1/2 vasetto abbondante)

1 tazza di caffè non zuccherato (anche liofilizzato)

un bicchierino di rhum per dolci

Procuratevi anche una tortiera con diametro di 30 cm.

Esecuzione:

-Su un piatto grande disponete, senza ammucchiarli,   gli amaretti e spruzzateli con la mistura di caffè e rhum, facendo in modo che restino interi e non si imbevano troppo

– Versate  la farina a fontana sulla spianatoia e nell’incavo aggiungete lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, il pizzico di sale e la bustina di lievito, poi una per volta le uova, sempre rimescolando con una forchetta. Nell’impasto che comincia a formarsi incorporate, sempre un po’ alla volta,  il burro/margarina, lavorando con le mani fino ad ottenere una pasta omogenea e molto morbida.

– Dividete l’impasto in due parti, di cui una leggermente più grande

– Stendete  sul tagliere un foglio di carta da forno, appoggiatevi sopra l’impasto più grande e  spianate la pasta con il mattarello per formare un disco di circa 35 cm. di diametro

– Mettete nella tortiera la carta da forno con sopra il primo disco di pasta e rifilate i bordi della carta; la pasta dovrà avere un bordo rialzato di circa 2 cm.

– Stendete un leggero strato di marmellata sulla pasta e su di essa disponete, affiancati,  gli amaretti precedentemente irrorati di caffè-rhum,  cercando di non lasciare spazi vuoti; se sono  troppo asciutti spruzzatevi ancora un po’ della mistura

– Su un altro foglio di carta da forno stendete ora il secondo impasto, formando un disco un po’ più piccolo (circa 32 cm. di diametro)

– Questo è un momento critico che richiede una buona manualità, dato che l’impasto è molto morbido e si rompe facilmente.  Io mi regolo così: prendo la carta da forno con il secondo disco e lo rovescio sulla tortiera andando così a ricoprire la base della crostata. Può capitare che l’operazione non riesca perfettamente, ma proprio grazie all’impasto così morbido non è difficile fare qualche rammendo

– Rincalzate i bordi dei due dischi facendoli aderire perfettamente e infornate a 150 gradi per 25 minuti, poi abbassate un po’ il forno (125-130 gr.) e lasciate per altri 10-15 minuti. Spegnete quando la superficie sarà dorata al punto giusto e  lasciate la torta ancora per qualche minuto in forno senza aprire lo sportello.

– Lasciate raffreddare poi spolverate con zucchero vanigliato e gustate!

Sarà molto apprezzata non solo per la bontà ma anche per l’elegante decorazione “a nido d’ape” sulla superficie.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.