MAXI TRECCIA DOLCE ALLA RICOTTA

treccia ricotta 13

La ricetta che vi propongo con questo post si discosta un po’ dalle tradizionali torte, sia per la forma a treccia, sia per gli ingredienti: infatti il solito burro (o margarina) è qui sostituito dalla ricotta che, insieme alla scorza di limone, conferisce alla preparazione una consistenza più pastosa e un gusto primaverile.

La realizzazione di questo dolce, ottimo per la colazione del mattino o come merenda pomeridiana, è peraltro facile e rapida. Con le dosi sotto indicate otterrete un dolce di notevoli proporzioni che tuttavia potrete conservare per qualche giorno. Un suggerimento goloso: accompagnatelo con una piccola coppa di panna montata… ne farete una vera leccornia!

Ingredienti:

600 gr. di ricotta vaccina

600 gr. di farina 00

275 gr. di zucchero

2 uova (1 uovo intero + 1 tuorlo)

1 limone non trattato

1 bustina e 1/2 di lievito per dolci

1-2 cucchiai di granella di zucchero

latte per lucidare q.b.

Esecuzione:

– Versate in una terrina la ricotta, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone e lavoratela energicamente

– Unite l’uovo intero e il tu0rlo e incorporateli al composto

– A questo punto aggiungete poco per volta la farina ed il lievito passandoli attraverso l’apposito setaccio dosatore e continuando a lavorare con il cucchiaio per amalgamare bene l’impasto

– Ora dividete l’impasto in tre parti e formate tre cilindri, aiutandovi – se necessario – con una spolverata di farina

– Depositate i tre cilindri su un foglio di carta da forno, uniteli ad una estremità e con i capi rimasti liberi formate una treccia

– Spennellate la superficie con il latte e spargete un po’ di granella id zucchero

– Depositate il dolce su una teglia (senza togliere la carta da forno) e cuocete a 175 – 180 gradi per 25-30 minuti. Controllate la cottura e se verso la fine il dolce risultasse troppo colorito abbassate un po’ la temperatura del forno

– Terminata la cottura spegnete il forno e attendete un momento prima di estrarre la treccia, anzi la maxi treccia che per effetto della lievitazione sarà notevolmente aumentata

– Aspettate che sia fredda prima di servirla.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.