GRAPPOLO DI CIOCCOLATO E PAN DI SPAGNA

grapp praline 4

Mi dispiace un po’ ammettere che questa simpatica idea del finto grappolo d’uva non è una mia realizzazione: il dolce mi è stato regalato da Livia in occasione di un pranzo a casa mia. Ovviamente, insieme al dolce ho ricevuto anche la ricetta. L’idea è veramente carina perchè con queste sferette di pan di spagna e cioccolato si possono  comporre svariate figure a seconda delle ricorrenze da festeggiare, ad esempio: Capodanno, un grappolo d’uva; Natale, un abete; Compleanno, torta con candelina…e così via. Provate a capovolgere la foto qui accanto: da grappolo d’uva si trasforma in albero di Natale. Un po’ di fantasia, è come un gioco, non è difficile ma occorre un po’ di pazienza.

Ed ora la ricetta.

Ingredienti:

250 gr. di pan di spagna

2-3 cucchiai di marmellata d’arancia

scorza grattugiata di 1 arancia non trattata + il succo di 1/2 arancia

50 gr. di scaglie di cioccolato fondente

4-5 cucchiai di zucchero a velo

50 gr. di cacao amaro

liquore Cointreau q.b.

Esecuzione:

– Eliminate tutta la crosticina del pan di spagna, sbriciolate la parte morbida e ponetela in una terrina

– Unite la scorza grattugiata di una arancia, lo zucchero e la marmellata e lavorate il composto con le mani per amalgamarlo

– Ora aggiungete il succo di mezza arancia e il Cointreau: dovrete ottenere un impasto omogeneo con una consistenza tale da poter modellare delle palline sode  ma cremose

– Prelevate una piccola quantità dell’impasto, incorporate qualche scaglia di cioccolato fondente e formate una pallina grande circa come una grana d’uva

– Rotolatela nel cacao amaro e disponetela sul piatto da portata iniziando così a formare il vostro disegno (grappolo, albero o altro che sia); per ottenere una figura ben formata vi consiglio di prepararvi uno schema da seguire per non sbagliare, evitando di maneggiare le palline inutilmente

– Proseguite fino ad esaurimento degli ingredienti

– Decorate il piatto a piacere e ponete in frigo fino al momento di servire; gustate questo simpatico dolce senza piatto e senza posate, proprio come gustereste un grappolo d’uva.

Potete conservarlo in frigo anche per 3-4 giorni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.