TROTE AL VAPORE CON SANTOREGGIA

trota a vapore 4

La cottura a vapore è sicuramente il metodo di cottura più salutare ma necessita a volte di qualche accorgimento per dare un po’ di mordente al piatto, per esempio con l’aggiunta di erbe aromatiche.

Ecco un’idea per preparare un piatto sano ma dal sapore gustoso e ben definito: dalle trote cotte a vapore ho ricavato i  filetti e li ho conditi con olio, limone e foglie di santoreggia.

Per la cottura a vapore avete a disposizione diversi strumenti (dai cestelli in acciaio o in bambù usati nel metodo tradizionale alle vaporiere elettriche o ai vari contenitori in plastica per il microonde): i tempi possono variare dai 7-8 minuti ai 20 minuti circa, a seconda delle dimensioni del pesce e degli strumenti utilizzati.

Ora due parole sulla santoreggia (satureja hortensis). E’ una piccola pianta perenne coltivata in tutta Italia e vanta molte proprietà, fra le quali: ha un effetto benefico sul tratto gastrointestinale, è utile per la cura di affezioni alle vie respiratorie, disinfettante, antibatterica, facilita la digestione, aiuta la cicatrizzazione delle ferite. In passato aveva anche fama di afrodisiaco e per questo motivo ai monaci ne era vietata la coltivazione. Ha un sapore forte, un po’ pungente, ottimo per insaporire insalate, verdure o piatti di carne o pesce.

Ingredienti per ogni singola porzione:

1 trota del peso di circa 200 gr.

qualche rametto di santoreggia

olio extravergine, sale, succo di limone q.b.

per decorare: maionese in tubetto

Esecuzione:

– Eviscerate la trota, decapitatela e lavatela accuratamente in acqua fredda (a vostra discrezione potete usare i filetti già pronti in commercio)

– Cuocete la trota a vapore utilizzando gli strumenti che avete a disposizione e seguendo le relative istruzioni

– Terminata la cottura attendete 4-5 minuti poi togliete  la pelle (che verrà via facilmente), aprite in due la trota con il solo uso delle mani, togliete la lisca centrale e a, poi pulitela togliendo la pelle, la lisca centrale e le altri lische più piccole disseminate lungo i filetti (per questa operazione può esservi utile l’uso di una pinzetta)

– Depositate i filetti sul piatto di portata, salateli, conditeli con limone spremuto e olio extravergine e spargetevi sopra le foglioline di santoreggia nella quantità desiderata

– Decorate con qualche ghirigoro di maionese ed ecco pronta la vostra trota, leggera ma gustosa.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.